Cleo e la sua nuova vita

Lei è la piccola Cleo, adottata da Mario qualche tempo fa continua a crescere a vista d’occhio.
Mario scrive: “con il nostro mitico micione Paky l’approccio iniziale è stato un po’ durò ma ora sono diventati inseparabili, giocano insieme che è uno spasso”.
Aggiornamento 01.06.2013
Ieri Mario ci ha mandato la sua storia e noi pronti la pubblichiamo integralmente.

Sono il presidente di una associazione socio culturale di Gravina in Puglia, ci occupiamo di progetti educativi, mediati dalle arti circensi ( www.upendi.it ). Lo scorso anno, la notte di Pasqua, un gattino ci avvicinò per strada mentre io è altri amici/colleghi passeggiavamo. Era magrissimo, pelle e ossa, veniva anche maltrattato da alcuni ragazzi che provvedemmo a mettere a bada. La cosa emozionante è stata che fu lui a seguirci, cosa strana per un gatto randagio. Insomma, lui ci segui fin su al secondo piano di una palazzina dove abbiamo la sede dell’associazione…. Dall’ora non se n’è più andato. È un gatto intelligentissimo. Per lungo tempo è stato anche un bel po’ dispettoso, faceva agguati a tutti, mordeva, non ha mai graffiato però, e arrivata una certa ora della sera impazziva, quasi come se fosse indemoniato. Il tutta accompagnato da perdita del pelo sull’orecchio sinistro. Dopo numerose visite, analisi e vari tentativi, la nostra veterinaria di fiducia emise la sua diagnosi: stress da solitudine, necessitava di una compagnia. Così ci siamo messi in contatto con voi, una nostra conoscente ci ha consigliato di affidarci al Collarino Rosso. Abbiamo allora adottato Cleo, bellissima, simpaticissima. Io e la mia collega, quando siamo stati da Irene (bravissima e gentilissima) eravamo un po’ ansiosi, come se stessimo adottando una figlia, anche se non era il primo animale che adottavamo, perché temevamo per la reazione che i due gatti potessero avere stando insieme. In effetti, per i primi 3/4 giorni, il nostro gattone, Paky, la osservava da lontano, le si avvicinava solo per ringhiargli contro per intimargli di stare al suo posto. Ma dopo una settimana circa, sono diventati inseparabili, si cercano a vicenda, giocano e si rincorrono, e cosa ancora più spettacolare, Paky si è calmato, ha cambiato il suo carattere, ora è molto più sereno grazie a Cleo e grazie a voi. Ora dormono insieme e sono bellissimi. Cleo comincia anche a giocolare con le palline da giocoleria, sarà una gatta circense anche lei. Grazie, fate un lavoro incredibile e ammirevole!

Noi siamo felicissimi che questa adozione sia andata a buon fine, ringraziamo Mario per le foto di aggiornamento e tutti voi che continuate ad adottare animali da compagnia.